06 83778587

Via Gaetano Luporini, 32, Roma

info@nissolinoacademy.it

CONTATTI PERSONALI


direttore@nissolinoacademy.it
06 83778587

SCRIVI AL DIRETTORE


    Autorizzo al trattamento dei dati personali, come esplicitato nell’Informativa sulla privacy (ai sensi dell’art. 13 GDPR 2016/679)

    Accetto di ricevere la newsletter con tutte le novità sui concorsi. Potrai disiscriverti grazie al link presente in ogni mail.

    Stefano Di Fulio

    Direttore

    “Non sarà una passeggiata, ma un’esperienza profonda e impagabile contraddistinta da resilienza e maturità. Per aspera ad astra!”.

    Biografia

    Il Colonnello Stefano Di Fulio, discendente da tradizioni militari, si arruola nell’Esercito Italiano nel 1982. Nella sua lunga carriera militare ha ricoperto molteplici incarichi, quali: Comandante di plotone e di compagnia Genio, Capo Sez. Operazioni, Capo Sez. Dottrina e Studi presso il 6° Reggimento Genio Pionieri e la Scuola del Genio in Roma.

    Nel 2003 – 2005, con il grado di Tenente Colonnello, ha assunto il Comando del Battaglione Genio Guastatori “Bolsena” del 5° Reggimento Genio Guastatori in Macomer (NU) della Brigata “Sassari” partecipando, in qualità di Comandante di Task Force, a due missioni per la sicurezza e l’ordine pubblico sul territorio nazionale (Operazione Domino). Nello stesso periodo (Gennaio 2005), a seguito dell’alluvione sulla costa orientale della Sardegna (Ogliastra – Baronia – NU), è stato Responsabile/Coordinatore nell’ambito della Prefettura di Nuoro, per i soccorsi militari in favore della popolazione alluvionata. Al termine del periodo di Comando (2005 – 2007) è stato assegnato al Comando Operativo di vertice Interforze – COI dove ha assunto l’incarico di Capo Sez. Analisi, Valutazioni, Ammaestramenti e Correttivi per Operazioni della Divisione AVAC e, successivamente, trasferito all’Italian Joint Force Headquarters (ITA – JFHQ) dove ha ricoperto l’incarico di Capo Ufficio Logistico (2007 – 2010).

    Nel 2009 è stato promosso al grado di Colonnello e alla fine del 2010 è stato assegnato al Comando Genio (RM). Da settembre 2013 a novembre 2015 ha comandato il Reggimento Addestrativo dell’Arma del Genio, Ente di formazione per tutti gli incarichi dell’Arma del Genio. Dal luglio 2017 al 31 dicembre 2020 è stato “Capo del Centro di Supporto del Genio alla Protezione delle Forze” dell’E.I., unico Ente responsabile della protezione delle basi nazionali all’estero. Il primo gennaio 2021 è stato posto nella posizione di ARQ, a disposizione.

    Il Colonnello Di Fulio, oltre alla frequenza di vari corsi tecnico-professionali, ha svolto molteplici missioni operative/esercitative al di fuori del territorio nazionale ed in particolare: in Somalia – UNOSOM I e II (1993); in Bosnia Herzegovina (1996); in Albania – Delegazione Italiana Esperti quale Istruttore per la Bonifica Ordigni Esplosivi Team NATO (1998); in Camerun – RECAMP V, Reinforcement of African Peace keeping capacities Exercise SAWA ’06 quale Evaluation Officer (2006); in Afghanistan – Operazione ISAF – Joint Analysis Team, Force Protection Engineering Officer (2007); in Thailandia, Chang – Mai – “COBRA GOLD Exercise” – “Multinational Planning Augmentation Team (MPAT)” (2009); in Afghanistan (2011 – 2012) incorporato con le Forze Armate USA nella “NATO Training Mission Afghanistan (NTM-A)” and “Combined Security Transition Command-Afghanistan as Combined Joint Engineer Deputy Director/Chief Integration e Italian Senior Officer”; in Qatar (2019) ha partecipato all’Esercitazione NASR’19; in Gibuti (2019 – 2020), quale Capo Team per la Vulnerability Assessment ed in Israele nel primo trimestre nel 2020. Degne di particolare menzione sono alcune operazioni svolte sul territorio nazionale ispirate al concetto del “dual – use” (civile – militare) quali:

    • il soccorso ai profughi albanesi sbarcati sulle coste italiane del Metaponto (MT) nel 1991;
    • l’Operazione “Gran Sasso”, Sisma Abruzzo del 2009 dove, in qualità di “Coordinatore del Centro Operativo Misto – COM 3”, per conto del “Dipartimento della Protezione Civile Nazionale” – DPCN, ha avuto modo di supportare le popolazioni e le autorità locali di 10 Comuni e gestito, per circa 9 mesi, 43 campi profughi.

    Direttore della Nissolino Academy

    L’amore per la divisa, unitamente al sapersi rapportare con i giovani, essendo stato per loro, nel corso della sua onorata carriera, non solo un comandante ma un fulgido esempio di valori, di impegno e disciplina, hanno spinto il Col. Di Fulio ad avvicinarsi e intraprendere una collaborazione, nel corso del 2020, con la Nissolino Academy, che ne ha riconosciuto le doti e gli ha conferito la carica di Direttore per sostenere e spronare i giovani che ambiscono a entrare nelle Forze Armate e nelle Forze di Polizia. Questo intenso rapporto ha avuto origine dalla storia personale del nominato Ufficiale che nel lontano 1982 ha potuto testare l’efficacia del “metodo Nissolino”.

    Il suo ruolo all’interno della Nissolino Academy è quello di coordinare lo sviluppo di un percorso intensivo e multidisciplinare, capace di coprire tutti i programmi concorsuali, fornendo ai cadetti, inoltre, i rudimenti dell’ordine e della disciplina militare (presentazione, saluto militare, ecc.), affinchè siano pronti alla loro futura vita nelle accademie militari. La Nissolino Academy è, per questo motivo, un unicum nel suo genere nell’ambito del panorama nazionale.

    Colonnello Di Fulio

    “Un pensiero particolare lo rivolgo ai giovani cadetti, che nella scelta di frequentare la Nissolino Academy potranno trovare quel supporto costante e professionale di guida per partecipare, con ambizione di successo, ai vari concorsi nazionali per l’ingresso nelle Forze Armate e nelle Forze di Polizia.

    Non sarà una passeggiata, ma un’esperienza profonda e impagabile contraddistinta da resilienza e maturità. Gli allievi inizieranno, fin da subito, a comprendere la complessità della preparazione necessaria per affrontare, con senso della disciplina e ferrea volontà realizzatrice, un percorso impegnativo, sia dal punto di vista fisico che psicofisico, che permetterà loro di migliorare la gestione del quotidiano, lontano dalle proprie comodità e dai loro affetti. Un percorso dove non si troveranno soli, ma avranno al loro fianco professionisti appassionati del proprio lavoro, che li accompagneranno al traguardo finale. Per aspera ad astra!”

    Colonnello Stefano Di Fulio